Bul.ce.i.

bulcei-logo

Bul.Ce.I.

info@bulcei.it

iconamail
bulcei-logo-negativo

ORARI D'APERTURA

CHIUSO

 

 

bulzi-stemma
iconamail

info@bulcei.it

Bulzi Centro Informazione

​Storia - Arte - Tradizioni

Bulzi Centro Informazione

​Storia - Arte - Tradizioni

Laudario Confraternita della Santa Croce. 1728Tronchi pietrificati BulziTronchi pietrificati BulziTelaio Bulzi

facebook
instagram

Via Celestino Segni, 3

​07030 Bulzi (SS)

COMUNE DI BULZI

Bul.Ce.I. Non é un museo 

Copyright 2019-2020  reserved

Privacy Policy

Webdesign by Naurcos

Bul.Ce.I. è uno spazio di Informazione su Storia, Arte, Cultura e Tradizioni della Comunità Bulzese.
L’intento è creare un centro di ricerca, recupero e valorizzazione della Cultura del nostro paese, fatta di Poesia, Canto a Chitarra, il canto a Cuncordu della Confraternita, antichissime tradizioni di fede e non, Beni culturali di inestimabile valore storico e artistico, artigianato e prodotti tipici da riscoprire e valorizzare.

Il lungo cammino é solo all'inizio e la Simbranos Società Cooperativa lo intraprende partendo dall’esperienza di valorizzazione della Chiesa di San Pietro delle Immagini. La collaborazione della Comunità, e di tutti gli attori culturali del paese, ci aiuterà nel raggiungimento dell’obbiettivo.

Proprietario della struttura e committente della gestione é il Comune di Bulzi.

Solstizio d'estate a San Pietro delle ImmaginiInterno San Pietro delle ImmaginiSan Pietro delle Immagini lato Nord/Nord-OvestSan Pietro delle Immagini lato Ovest

Romanico

Paleobotanico

Nuragico

Tra i trenta e i quindici milioni di anni fa la foresta, che si estendeva lungo la vallata compresa tra gli attuali territori di Bulzi, Laerru, Martis e Perfugas, fu sommersa dalle acque di un lago, formatosi a causa di una frana che chiuse la vallata, cinta intorno da montagne che contribuirono a trattenere l'acqua.

La silice presente nei substrati di origine vulcanica del terreno, liberata dall'acqua, provocò la trasformazione dei tronchi in fossili.

Le  tracce del periodo nuragico sono notevoli, considerata l'estensione del territorio Bulzese: 22 nuraghi censiti, di alcuni dei quali restano solo pochi giri di pietre. Il più importante é Nuraghe Rodas, a poca distanza dalla Chiesa Romanica di San Pietro delle Immagini, a circa 4 Km dal centro abitato. La vegetazione che purtroppo lo ricopre nasconde un quadrilobato con intorno alcune tracce del villaggio nuragico.

Medioevo

La più importante testimonianza del Medioevo a Bulzi, il Gruppo Ligneo della Deposizione del 1200, si suppone 1220, é un'autentica rarità nel suo genere, per stato di conservazione e policromia originale, un unicum in Sardegna, solo 6 in tutta italia e una quindicina in tutta Europa. Un raro esempio dell'arte di quel tempo. Di scuola Toscana, la bottega che lo realizzò resta un autentico mistero.

san giovanni

giuseppe d'arimatea

Madonna

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder