bulcei-logo

Bul.Ce.I.

info@bulcei.it

iconamail
bulcei-logo-negativo

ORARI D'APERTURA

CHIUSO

 

 

bulzi-stemma
iconamail

info@bulcei.it

Bulzi Centro Informazione

​Storia - Arte - Tradizioni

Bulzi Centro Informazione

​Storia - Arte - Tradizioni

telaio bulziMonte Pedru LonguCinta megaliticaNuraghe Sarula

facebook
instagram

Via Celestino Segni, 3

​07030 Bulzi (SS)

Ricerca e recupero.

Storia, Arte, Tradizioni.

COMUNE DI BULZI

Copyright 2019-2020  reserved

Privacy Policy

Webdesign by Naurcos

Bulzi é fra i Comuni più antichi della Sardegna, documenti attestano la sua esistenza già nel 1300. Nel suo territorio di circa 21 Kmq (2167 ettari), si trovano i resti di ben 22 Nuraghi censiti, Domus de Janas in località S'Arede e alcune emergenze archeologiche, in particolare in località Pedru Longu, che nascondono apparenti testimonianze di megalitismo ancora da scoprire.

 

La comunità Bulzese ha mantenuto vive tradizioni dalle origini plurisecolari come la Settimana Santa, con i canti a Cuncordu della Cunfrarìa, alcuni databili al 1728, che la Confraternita della Santa Croce ha riportato in vita, e la cui ricerca continua, nella speranza del recupero del patrimonio canoro, liturgico e non, in parte perduto.

Processione Su Rughifissu di Pietro CurisCorsa cavalli Su Rughifissu di Pietro CurisProcessione Su Rughifissu di Pietro Curisrughifissu2007

Canto a Chitarra

 

Il Canto a Chitarra della tradizione Sarda ha trovato a Bulzi fra i suoi più grandi esponenti: Francesco Cubeddu, Leonardo Cabizza e Giovannino Casu. Cubeddu e Cabitza, recentemente scomparsi, hanno portato il Canto Sardo e il nome di Bulzi in giro per l'Italia e l'Europa, questo ha fatto guadagnare al paese l'appellativo, fra gli appassionati del genere, di "Bidda 'e Cantadores".

 

Registrazione di una prova di esibizione per una serata di Francesco Cubeddu e Leonardo Cabizza, alla chitarra Nicolino Cabizza. L'esibizione vera e propria, secondo alcuni, poi non avvenne.

(per gentile concessione di Rolando Piana, dal suo canale Youtube )

Poesia

 

La poesia ha sempre fatto parte della vita dei sardi, in generale, e Bulzi non é da meno. Il nostro paese ha dato i natali a personaggi del passato, come Giovanni Budroni, Giorgio Pinna, Francesco Pinneddu, Ziromina Piga (recentemente scomparsa) e altri. Angelo Ricciu è l'ultimo testimone di una stagione poetica Bulzese di grande fermento, che trovava il suo centro culturale presso la Calzoleria di Antonio Cubeddu. Il cosiddetto Cenaculu fungeva, siamo negli anni '50 - '60 - '70, da punto di raccolta dei componimenti poetici, il più satirici ma non solo, dei vari poeti del paese che, firmandosi spesso con pseudonimi come Tundidòre, Sedàttu, ecc., dettero vita ad una pluriennale gara poetica, una sorta di "disputta" come si poteva dire un tempo, che rappresenta anche un racconto del paese, spesso in chiave allegorica ma non solo. Diverse le raccolte, più che altro stampe in proprio, delle poesie Bulzesi, testimonianza di una produzione poetica eccezionale per una comunità, in passato, di non più di 700 anime.

LA PAGINA SUI POETI BULZESI, E LA SEZIONE DEL BULCEI DEDICATA, SONO IN ALLESTIMENTO. CONTINUATE A SEGUIRCI.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder